Scoring the ballo fantastico: supernatural characters and their music in Italy’s ballets during the Risorgimento

Matilda Ann Butkas Ertz

Abstract


Il saggio si occupa di balletti definiti come “fantastici” apparsi nei teatri italiani in epoca risorgimentale. Romanticismo oltremontano e temi fantastici erano una minoranza all'interno di un repertorio vario, che rifletteva le lotte italiane per l'indipendenza. Mentre alcuni di questi balletti erano importazioni (spesso notevolmente adattate) di balletti romantici francesi di successo, molti erano connotati dall’autorialità dei coreografi italiani. Il fantastico appare anche sotto le spoglie di personaggi allegorici all'interno di generi di balli più comuni, in quell’epoca, in Italia. Questo articolo colloca il fantastico nella scena teatrale in Italia e offre un’indagine delle manifestazioni musicali di personaggi soprannaturali nel balletto italiano attraverso lo studio di quattro opere che abbracciano sei decenni: Il Noce di Benevento (1812), Fausto (1849), Bianchi e Negri (1853) e Gretchen (1868). Questa topica musica è una parte importante della partecipazione musicale-teatrale al romanticismo in Italia. Mentre i musicologi si sono in larga parte concentrati sull’opera lirica italiana e gli studiosi di danza sul balletto francese del XIX secolo, questo articolo intende contribuire a colmare questo divario presentando un focus sulla musica italiana per il balletto.


Full Text

PDF (English)


DOI: 10.6092/issn.2036-1599/6628

Copyright (c) 2016 Matilda Ann Butkas Ertz

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 2036-1599
Direttore responsabile: Giuseppe Liotta
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8001 del 23 settembre 2009
Emaildanzaericerca@unibo.it

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]