In ascolto, verso un Atlante del bianco. Nuovi danzatori sulle scene dello spettacolo contemporaneo

Gaia Germanà

Abstract


In questo saggio viene presentata l’esperienza della Compagnia Damasco Corner, gruppo di danzatori non vedenti nato a fine 2008 presso gli spazi Cango_Cantieri Goldonetta di Firenze, da un’idea del coreografo Virgilio Sieni. Nel testo ci si addentra nel processo performativo (laboratori, training, prove) antecedente Atlante del bianco, spettacolo che segna il debutto ufficiale della compagnia nell’ambito della danza di produzione artistica. L’intento è mettere in luce alcuni aspetti di una sperimentazione che persegue una prospettiva inclusiva della danza e tende al cambiamento di alcune modalità di trasmissione del gesto coreutico finalizzato alla creazione artistica. In scena lo spettatore è invitato non solo a guardare, ma anche a sintonizzarsi con un processo in corso, per sentire e quindi comprendere una danza nuova.


Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2036-1599/2501

Copyright (c) 2011 Gaia Germanà

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 2036-1599
Direttore responsabile: Giuseppe Liotta
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8001 del 23 settembre 2009
Emaildanzaericerca@unibo.it

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]