Danser la communauté comme une danse populaire. "Bit" de Maguy Marin

Claudia Palazzolo

Abstract


L’articolo è una tappa di una ricerca in corso relativa alla rappresentazione delle danze di società nella sfera della danza teatrale e agli effetti di questo adattamento dal punto di vista estetico e drammaturgico. Il caso qui analizzato è lo spettacolo Bit (2014), di Maguy Marin, analizzato sotto il profilo della rappresentazione della "farandola", motivo coreografico che si ripete quasi incessamente durante lo spettacolo. Basandosi da un lato sull’apparato discorsivo emerso dalle dichiarazioni pubbliche della coreografa che accompagnano lo spettacolo, dall’altro sulla ricezione critica, lo studio analiza il modo in cui questa allusione alla danza di società, e la relazione che essa determina con lo spettatore, propone una visione complessa e sfaccettata della comunità nel mondo contemporaneo.

Full Text

PDF (Français)


DOI: 10.6092/issn.2036-1599/8716

Copyright (c) 2018 Claudia Palazzolo

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.