Iconografia preistorica e danza: osservazioni preliminari

Gaudenzio Ragazzi

Abstract


La più antica documentazione sulla danza è costituita da immagini prodotte con varie tecniche su un’ampia tipologia di supporti (roccia, ceramica, metallo). Data la particolare natura del documento, nella ricerca sulle origini della danza la competenza coreutica è subordinata a quella iconografica. Il linguaggio figurativo delle immagini preistoriche è altamente formalizzato, esprime cioè i limiti  imposti dalla ritualità alle regole della comunicazione. Inoltre, in virtù del valore sacrale attribuito al supporto, rappresentare un azione, una danza, piuttosto che un’aratura, o altro, significa attivare un meccanismo che produce in perpetuo gli effetti per i quali un’immagine è stata prodotta. Nell’azione sacrale che tale meccanismo attiva viene rivelato il forte collegamento tra le rappresentazioni di danza preistorica ed il contesto cosmologico.


Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2036-1599/3342

Copyright (c) 2012 Gaudenzio Ragazzi

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 2036-1599
Direttore responsabile: Giuseppe Liotta
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8001 del 23 settembre 2009
Emaildanzaericerca@unibo.it

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]