Il posto del corpo. Anton Giulio Bragaglia teorico di danza tra le due guerre

Giulia Taddeo

Abstract


Regista, scenotecnico, storico, critico e teorico del teatro, Anton Giulio Bragaglia è stato forse l’intellettuale e uomo di teatro italiano che più si è interessato alla danza nella prima metà del Novecento. Il saggio cerca di ricostruire i lineamenti del suo pensiero sulla danza attraverso una lettura analitica dei principali testi che egli ha dedicato all’argomento nel periodo fra le due guerre mondiali.

 

Director, set designer, historian, theatrical critic and theorist, Anton Giulio Bragaglia has been one of the few italian intellectuals interested in dance during first half of the twentieth century. The essay tries to recreate the key elements of his thought on dance through an analytical interpretation of the main volumes he wrote on this subject between the Two World Wars.

 

 


Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2036-1599/4200

Copyright (c) 2013 Giulia Taddeo

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 2036-1599
Direttore responsabile: Giuseppe Liotta
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8001 del 23 settembre 2009
Emaildanzaericerca@unibo.it

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]