La critica e la nuova danza in Italia. Alcune riflessioni sugli anni Ottanta e un’ipotesi di ricerca attuale

Dora Levano

Abstract


Il presente contributo nasce sulla scia del lavoro svolto durante la mia tesi di dottorato sulla nuova danza in Italia negli anni Ottanta. Partendo dagli studi effettuati, dalle riflessioni, dai dibattiti con artisti e colleghi, avvenuti durante il percorso, intendo esporre alcune delle considerazioni emerse e solo in parte organizzate nell’elaborazione finale della tesi. Mantengo volontariamente tali considerazioni nel loro stato di bozza informale in quanto suscettibili di revisioni, di necessarie verifiche, nella possibilità di un proseguimento della ricerca. L’intervento ruota intorno a una questione: come porsi nelle vesti di critico rispetto alla “nuova danza” e “come osservare”. In un primo momento mi soffermo intorno agli anni Ottanta come fase storica dove rispetto a tale fenomeno artistico si avvertì in modo particolare l’urgenza di una riconsiderazione dei parametri stessi dell’osservare, conoscere, interpretare, valutare. In un secondo momento, posti come tutt’altro che stabilizzati taluni interrogativi e le questioni metodologiche, espongo alcune prospettive che si sono presentate con l’ipotesi di costituzione di un “Osservatorio critico” sulla danza contemporanea.



Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2036-1599/4972

Copyright (c) 2015 Dora Levano

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 2036-1599
Direttore responsabile: Giuseppe Liotta
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8001 del 23 settembre 2009
Emaildanzaericerca@unibo.it

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]