La danza nel futurismo: la sensibilità corporea di Filippo Tommaso Marinetti

Sayaka Yokota

Abstract


Nel presente lavoro si tenta di evidenziare la sensibilità corporea di Filippo Tommaso Marinetti all’espressione artistica del corpo. Si analizzano i manifesti futuristi del fondatore, in quanto “libretti” di balletto che sostenevano spettacoli, allo scopo di verificare come il futurismo mostri una specifica sensibilità corporea, tentando, inoltre, di superare preconcetti esistenti sui manifesti. Il fondatore Marinetti mira infatti a una sensibilità corporea particolarmente acuta, al fine di realizzare l’“uomo moltiplicato dal motore” e la fusione del corpo umano con l’ambiente circostante, sia terrestre che celeste: ritmo, colori, rumori, velocità.


Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2036-1599/4989

Copyright (c) 2015 Sayaka Yokota

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 2036-1599
Direttore responsabile: Giuseppe Liotta
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8001 del 23 settembre 2009
Emaildanzaericerca@unibo.it

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]